<< home page


Hotel Ala d'Oro

hotel ****

        

Corso Matteotti 56

48022 Lugo - RA

    

Tel 0545 22388 - Fax 0545 30509
                

www.aladoro.it


Richiedi la disponibilità

e la tua offerta personalizzata

direttamente alla struttura

>> cosa dicono i clienti <<



 L'albergo ALA D'ORO, situato nel cuore del centro storico di Lugo, è ricavato dal palazzo nobiliare dei Conti Rossi, importante famiglia aristocratica della cittа. Il palazzo fu costruito per volontа del Conte Giovanni Rossi nella prima metа del XVIII sec. Come raccontano le cronache dell'epoca, il Conte "fabbricò in contrada Sant'Agostino il più bel palazzo di Lugo sull'area di quattro case demolite, di fronte al Monastero delle monache Agostiniane".

In questo palazzo nacque il 20 gennaio del 1781 la Contessa Cornelia Rossi Martinetti che, come ricorda la lapide posta sull'ingresso dell'edificio "...di Patrizia prosapia lughese che ospite geniale e desiderata raccolse in casa sua gli uomini più illustri del secolo non solo d'Italia ma d'Europa". E infatti la Contessa dopo il matrimonio con l'Ing. Giovanni Battista Martinetti di Bologna tenne nelle sue case, specialmente quelle di Bologna e di Roma uno dei più importanti salotti letterari del primo '800. Furono suoi ospiti personaggi del calibro di Giacomo Leopardi, Ugo Foscolo (che la cantò come sacerdotessa della parola che ingentilisce gli animi nel poema "Le Grazie"), Antonio Canova, Gioacchino Rossini, Vincenzo Monti, George Byron e tanti altri. Leopardi parlò di lei come della "donna dalle maniere più amabili che abbia l'Italia". Foscolo, innamorato deluso, la ritenne "la donna più pericolosa ch'io mi abbia veduto mai" sconvolto (inutilmente) dalla "mesta soavitа e da quei begli occhi sotto due palpebre di seta nerissima". Definita "Dea" dal Monti, "Venere Bruna", "Bella Maga" dai numerosi suoi ospiti del suo giardino bolognese, le si addice particolarmente il giudizio dell'amica Lady Sidney Morgan "Belle, spirituelle, très sage aussi". “…il turista o il viaggiatore che giunga a Lugo, soggiornando all’Ala d’Oro, potrà subire il fascino di questa figura femminile ed essere trasportato a ritroso nell’atmosfera del tempo, ripercorrendo sul filo della memoria la vicenda di Cornelia Rossi Martinetti, nobildonna lughese che seppe interpretare con grazia e intelligenza un ruolo culturale nella societа europea tra Settecento e Ottocento. E' lecito pertanto immaginare che nei locali dell'Ala d'Oro che riecheggiano degli antichi fasti del Palazzo dei Conti Rossi, il piacere della conversazione, unito alla squisita ospitalitа, possa rappresentare la continuitа con la migliore tradizione lughese a simboleggiare i mutamenti, ma anche il permanere dell'antico vincolo che congiunge il passato al presente." (da "Cornelia Rossi Martinetti, una gentildonna lughese tra l'età napoleonica e il Risorgimento" di L.C.Montanari).

Il palazzo nella metà del secolo scorso fu poi acquisito da famiglia ebraica e in seguito l'unità immobiliare fu frazionata fino ad arrivare al 1952, quando l'edificio fu trasformato in albergo. Da allora la struttura è sempre stata gestita con immutata passione dalla famiglia Nostri, e nel corso degli anni ha subito diversi ammodernamenti e ristrutturazioni.

Nell'anno 2002, in occasione del 50° anniversario di apertura dell'albergo, è stata restaurata l'ala storica del palazzo. Per questi motivi l'Albergo Ala d'Oro, che vanta una cosм lunga tradizione di calda accoglienza e grande professionalità può a buona ragione definirsi, "storico" per la cittа di Lugo. Dal 1998 l'albergo fa parte di "Dimore d'Epoca", associazione di piccoli alberghi indipendenti ricavati da edifici storici.

                      

  Situated in the heart of historic Lugo, the Hotel Ala D'Oro was once the home of the noble Conti Rossi family, one of the most important aristocratic families in the town. The building was constructed by Conte Giovanni Rossi in the first half of the 18th century. As we are told in chronicles written at the time, the count "..built the most beautiful building in all of Lugo, on a site where four houses had previously stood, opposite the Agostinian Monastery."

The birth of Contessa Cornelia Rossi Martinetti on January 20th 1781 is commemorated on a plaque at the entrance to the building. "..by noble lughese family who was such a brilliant and desired host that the most illustrious men of the century, not just in Italy but in all of Europe, gathered in her home." After her marriage to Giovanni Battista Martinetti di Bologna, the Contessa hosted, in her homes in Bologna and Rome, one of the most important literary groups of the early 19th century. Her guests included Giacomo Leopardi, Ugo Foscolo (who serenaded her as the high priestess of words that swell the soul, in the poem "Le Grazie" - The Graces ) Antonio Canova, Gioacchino Rossini, Vincenzo Monti, George Byron and many more. Leopardi described her as " the most gentle mannered woman in Italy." Foscolo, hopelessly in love with her, described her as "the most dangerous woman I have ever set eyes on" upset by the "sad softness of those beatiful eyes beneath the silky blackness of her brow." Regarded as a "goddess" by Monti, "Revered brunette" and "Beautiful sourceress" by numorous guests in her wonderful Bolognese garden, the opinion of her dear friend Lady Sidney Morgan perhaps suited her best of all- "Beautiful, spiritual and most wise." "...The tourist or traveller who reaches Lugo, and stays at the Ala D' Oro, must endure the charm of this feminine figure and be taken back in time, retracing the steps of Cornelia Rossi Martinetti, the well known lughese aristocrat, who upheld, with grace and intelligence, a cultural role in european society between the 1700's and the 1800's. It is easy, therefore, in the renovated grandeur of The Ala D'Oro, to feel the erstwhile splendour of the Conti Rossi home; the delightful conversation coupled with warm hospitality, representing the continuity of a fine lughese tradition and symbolizing not only the changes, but also the everlasting bond which unites the past and the present." (from "Cornelia Rossi Martinetti, a noble woman of Lugo between the time of Napoleon and the Risorgimento" by L.C. Montanari).

During the second half of the following century, the building was bought by a Jewish family and as a result was divided up into several dwellings until 1952 when it was finally converted into a hotel. Since then, the Ala D'Oro has been managed with unstinting passion by the Nostri family, and over the years has undergone considerable modernisation and rebuilding.

In 2002, the 50th anniversary of the hotel, the oldest wing of the hotel was retored. Since 1998 the hotel has been a member of the "Dimore d'Epoca" , a group of independent hotels in historic builings.

         


© ItaliaDream - Tutti i diritti sono riservati

I nostri siti:

www.italiadream.it - www.italiadream.com